Come allontanare le zanzare con le piante

Con l’arrivo del caldo estivo, arrivano anche le zanzare, e tutti i problemi che essi comportano. Ma se per arginare l’invasione di questi insetti in casa, basta mettere una zanzariera alle finestre, se abbiamo un terrazzo sul quale siamo soliti passare spesso le nostre serate estive, bisogna ricorre a soluzioni differenti.

Fortunatamente esistono molte piante ornamentali e non, che risutano sgradevoli alle zanzare e hanno un notevole effetto repellente nei loro confronti.

Citronella

E’ la pianta repellente per antonomasia: da essa si estraggono le sostanze che sono alla base della maggiorparte dei prodotti venduti contro i fastidiosi insetti. Pianta appartenente alla famiglia delle graminacee, crea un cespuglietto molto gradevole di foglie verde tenero che, toccate o sfregate, emanano il caratteristico profumo che ricorda il limone

Geranio

Il geranio è un bellissimo fiore profumato e si può scegliere di tantissime sfumature, svolgendo la doppia azione repellente e ornamentale.

Calendula

Dalla calendula, dal fiore caratteristico per il suo odore intenso, si estrae il piretro, che è la sostanza utilizzata in moltissimi prodotti repellenti utilizzati professionalmente per l’allontanamento delle zanzare.

Monarda e lavanda

Fiori molto ornamentali sono quelli della monarda, pianta erbacea dal profumo simile all’incenso, e, colorata e profumatissima, è anche la lavanda, altra nemica delle zanzare.

Rosmarino e basilico

Anche alcune erbe aromatiche sono un valido aiuto nella lotta alle zanzare: rosmarino e basilico, ad esempio, oltre che risultare sgradite agli insetti, hanno un aroma che ben si sposa con le già citate citronella e lavanda.

Evitare i ristagni d’acqua

Attenzione, però, perchè la coltivazione delle già citate piantine, potrebbe avere anche l’effetto opposto. Infatti è fondamentale che non venga mai lasciata acqua stagnante a disposizione degli insetti invasori, ad esempio nei sottovasi, perchè diventa per loro un ottimo habitat per la deposizione delle uova.  Per questo motivo è necessario provvedere periodicamente alla rimozione dell’acqua in eccesso; inoltre è consigliabile mettere del materiale drenante alla base del terriccio nei vasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.