Allarme in Emilia Romagna per infezioni da virus West Nile e febbre Dengue

Rimane alto l’allarme in Emilia Romagna per il virus West Nile, l’infezione causata dalle punture di un tipo di zanzara originaria della regione del Nilo occidentale e che da qualche tempo è presente anche in Italia. Sono già saliti a tre i casi di ricovero (tutte persone anziane) per la febbre del Nilo Occidentale portata da questi insetti. Le aziende sanitarie stanno facendo di tutto per fermare il fenomeno che tuttavia, a parte la tradizionale prevenzione antizanzara (girare coperti, evitare di aprire le finestre con le luci accese, evitare di sostare vicino all’acqua stagnante) non vede molte soluzioni.

Intanto, a Bologna, si è registrato anche un caso di febbre Dengue. Questa malattia viene trasmessa dalla puntura di una zanzara tipica del sud est asiatico (genere Aedes, in particolar modo la specie Aegypti). Infatti l’ha contratta un bolognese da poco tornato da una vacanza in quelle regioni. Tuttavia si è proceduto a disinfestare e sterilizzare la sua casa, gli ambienti che ha frequentato e a informare parenti e amici sui rischi relativi a un eventuale altro caso della stessa febbre. L’uomo è in cura presso il Sant’Orsola-Malpighi.

Questi tre casi si aggiungono ad altri registrati nel resto della regione, per un totale di otto. Sono, ovviamente, numeri che non permettono di parlare di vera e propria epidemia, ma che data la distanza geografica tra un caso e l’altro conferma come le zanzare portatrici della malattia siano molte in giro.

La malattia non può essere trasmessa da uomo a uomo, ma solo attraverso la puntura di zanzara. Nella maggioranza dei casi l’infezione è asintomatica; in alcuni, invece, produce  sintomi che sono simili a un’influenza: febbre, mal di testa, nausea, vomito. Che tende a una guarigione spontanea nel giro di qualche giorno.

Ma nelle persone anziane, e soprattutto in quelle immunodepresse indipendentemente dall’età, si possono aggiungere complicazioni neurologiche, come meningite o encefalite. Sono queste le persone più a rischio.

Articolo tratto da http://benessere.guidone.it/2013/09/01/zanzare-lemilia-romagna-in-guerra-contro-west-nile-e-dengue

e da http://gazzettadireggio.gelocal.it/cronaca/2013/08/31/news/salgono-a-tre-i-contagiati-dalla-zanzara-1.7667871

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.