Prato. Topi e sporcizia, chiusa una ditta di San Paolo

Topi e cucina in condizioni pessime hanno fatto chiudere un capannone nei pressi di San paolo.

Le forze dell’ordine effettuando una perlustrazione assieme ad un gruppo specializzato in pulizie, di Prato, in due ditte gestite da imprenditori cinesi. La decisione, dopo aver visto le condizioni dei due edifici, sono state drastiche.

Trovate, oltre alla precarietà delle condizioni igieniche, 17 persone che alloggiavano in squallidi dormitori. La cucina, è stata chiusa, in quanto si è trovato anche un topo morto.

Sono stati sequestrati anche 30 macchinari, e ben 15 presentavano anomalie riguardanti la sicurezza sul lavoro. L’ispettorato ha deciso di mettere i sigilli, per i 9 lavoratori senza contratto tra cui 3 clandestini.

Insomma un bel ‘tesoro’ si è scovato. Fortunatamente ora nessuno piu’ sarà in pericolo; trovato impianto elettrico non stabile e 4 bombole gpl.

L’imprenditore, ora, dovrà vedersela con l’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.