Bimbi, topi e macchine per cucire: viaggio in una fabbrica cinese

In onda questa sera su Rai3 a “Sirene” una sconcertante inchiesta che mostra il disagio all’interno di un capannone tessile gestito da cinesi.

Tra Firenze e Prato la Guardia di Finanza scopre luoghi di lavoro dove diritti umani e le condizioni igieniche sono un’utopia. Donne e bambini cinesi sfruttati nei capannoni dell’area tessile di Prato: un traffico che negli ultimi 4 anni ha movimentato rimesse dall’Italia verso la Cina per oltre 5 mld di euro.

Guarda il video su: http://www.cadoinpiedi.it/2012/02/23/bimbi_topi_e_macchine_per_cucire_viaggio_in_una_fabbrica_cinese_-_video.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.