Project Premonition: come combattere le zanzare con i droni

Project Premonition è un ambizioso progetto nato da una brillante intuizione di Bill Gates e sponsorizzato da Microsoft, che si basa sull’uso di droni per raccogliere ed analizzare le zanzare allo scopo di prevenire la diffusione di malattie infettive trasmesse da questi insetti.

 

L’idea non è nuova, ma il progetto di Microsoft si prefigge l’obiettivo di riuscire a catturare in maniera selettiva solo gli insetti target (ovvero le zanzare) escludendo pertanto tutte le altre tipologie di insetti volanti. Il vantaggio è evidente: i ricercatori non dovrebbero selezionare gli esemplari da analizzare, risparmiando una notevole quantità di tempo.

Inoltre i droni dovranno essere progettati per avere consumi ridottissimi, essere in grado di volare anche in ambienti di difficile accesso ed avere la capacità di rientrare automaticamente alla base dopo aver effettuato le necessarie operazioni di cattura.

mosquito-traps

Gli esemplari catturati ed analizzati potranno essere utilizzati per creare una banca dati su cui sviluppare degli algoritmi che consentano la previsione di potenziali epidemie ed agire di conseguenza. In questo modo sarà possibile anticipare la diffusione di malattie come la malaria, la dengue o la chikungunya, ma anche l’ebola, la SARS e la MERS.

Il progetto è frutto della collaborazione multidisciplinare anche con diverse università americane (quali quella della California, del Kansas, di Pittsburgh o la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health). I ricercatori sono molto ottimisti e stimano che l’uso di questa tecnologia, al momento sperimentale, potrebbe divenire una realtà operativa nel giro di appena 5 anni.

Per approfondimenti vi invitiamo alla lettura della news sul blog Microsoft

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.