Arezzo: Materna infestata da blatte. Genitori preoccupati. La Asl rassicura

Scarafaggi nel dormitorio, nella cucina e nelle aule. All’interno della scuola materna statale Filippo Lippi di Arezzo maestre e alunni si sono ritrovati con nuovi, e poco desiderabili, ospiti: le blatte orientali.

Nei giorni scorsi, sono state proprio le insegnanti della struttura a lanciare l’allarme per quanto riguarda la presenza di questi scarafaggi e proprio in queste ore si stanno concludendo le operazioni di disinfestazione. Stando a quanto riportato dalla Asl però, non ci sono problemi per l’esposizione ai disinfettanti usati quindi, l’Amministrazione ha ritenuto che non ci fossero gli estremi per chiudere la scuola. Decisione che, di fatto, non è stata condivisa da tutti. Infatti, in seguito all’avvio della disinfestazione la dirigente scolastica, attraverso una circolare affissa pure all’ingresso della struttura, ha consigliato ai genitori di tenere a casa i bambini. Chi per ragioni di lavoro non riuscisse a conciliare gli orari, può usufruire del servizio, con le stesse insegnanti della materna, trasferendo i piccoli al piano superiore dove si trovano le scuole medie. Ma il problema non è solo la presenza delle blatte.
Le preoccupazioni, per i genitori dei quasi 100 bambini che frequentano la struttura, sono altre.

“Lunedì è cominciata la disinfestazione – racconta il genitore di un bimbo iscritto alla Filippo Lippi – Le lezioni, per i nostri figli, non sono state sospese perchè, secondo la Asl non ce ne sono i motivi”. Dopo la comparsa degli scarafaggi, le maestre e la stessa dirigente scolastica hanno chiamato la Asl per provvedere alle operazioni di cattura.

Durante questa procedura, sono state adoperate delle sostanze sterilizzanti, in modo da igenizzare l’ambiente e uccidere le blatte. Ma, secondo quanto sottolineato dalla Asl (documento affisso sempre alla porta della scuola materna) tutte le sostanze utilizzate non sarebbero in alcun modo nocive per i bambini per tanto non si sono presentati gli estremi per chiudere la struttura.

“Gli ultimi due giorni di disinfestazione – prosegue il genitore – termineranno proprio oggi. Parlando con altri genitori, ho scoperto che alcuni bimbi hanno lamentato un certo fastidio alla gola dopo l’inizio della disinfestazione. Personalmente ho chiesto delle spiegazioni e, anche da parte degli addetti alla disinfestazione, mi è stata data la garanzia per quanto riguarda l’esposizione dei bambini alle sostanze usate. Ma non sarebbe stato più semplice sospendere le lezioni fino al termine della disinfestazione? Anche perchè, l’infestazione ha riguardato anche i locali della cucina e della mensa dove vengono preparati i pasti per i bambini. La dirigente scolastica, con la sua circolare, è stata disponibile a trovare una soluzione alternativa ma, di fatto, è stata costretta a prendere questa decisione che, a noi genitori convince poco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.